Comitato Nazionale per il Diritto alle Origini Biologiche

indirizzo:

80142 Naples, Italy

comitato.dirittoorigini@gmail.com

(ANSA) - STRASBURGO, 19 MAR –

La Corte europea dei diritti umani ha reso noto oggi di aver rifiutato la richiesta del governo italiano di rinviare davanti alla Grande Camera il ricorso presentato da Anita Godelli, contro la legge 184 del 1983 che regola l’accesso alle informazioni sulle origini di chi e’ stato abbandonato dai propri genitori biologici. Diventa cosi definitiva la sentenza emessa dalla Corte di Strasburgo lo scorso settembre, con cui i giudici europei stabilirono che la legge in questione viola la Convenzione europea dei diritti umani perche’ non da modo a chi e’ stato abbandonato di ottenere alcun tipo di informazione sulle proprie origini. 

Il Parlamento italiano dovra’ quindi adesso modificare la legge in modo da proteggere meglio il diritto di chi e’ stato abbandonato di poter conoscere in forma anonima le proprie origini o, dove il genitore acconsenta, la sua identita’. Attualmente la legge difende unicamente il diritto dei genitori biologici a mantenere l’anonimato. Il ricorso era stato presentato da Anita Godelli, che abbandonata dalla madre alla nascita nel 1943, ha passato la sua vita cercando di scoprire la verita’ sulle sue origini. Ma le autorita’ italiane hanno sempre rifiutato di fornirle qualsiasi tipo di informazione, anche quelle da cui non sarebbe stato possibile identificare la madre. La tesi del governo italiano, presentata anche nella richiesta di rinvio davanti alla Grande Camera, e’ che questa sia una necessita’ per garantire che nella disperazione le madri non ricorrano all’aborto, all’abbandono 'selvaggio', o ad altri atti 'irreparabili'.(ANSA)

PETIZIONE PER IL DIRITTO ALLA CONOSCENZA DELLE PROPRIE ORIGINI:  http://www.petizioni24.com/per_il_diritto_alla_conoscenza_delle_proprie_origini

 


 

 

Contattaci

STORIE DI FIGLI E GENITORI ADOTTIVI

Accettare una richiesta d’amicizia su Facebook e scoprire che la propria vita è piena di bugie, che tua madre non solo non ti ha abbandonato ma non ha mai smesso di cercarti. È  successo ad Angela Palmer, una quarantaquattrenne tedesca, che ha scoperto, dopo aver stretto...

LA STORIA DI MARIAGNESE

11.10.2013 21:30
FELICEMENTE SPOSATA, MADRE DI 4 FIGLI E NONNA DI 2 NIPOTINI...... ESSENDO ADOTTATA, CERCO QUALCUNO CHE SAPPIA DIRMI DI PU' SULLE MIE ORIGINI BIOLOGICHE...   IL BUIO   Ho sempre avuto paura del buio, mi terrorizza sapere che sono sola a casa la sera perché ho paura di rimanere al...
CHIETI - LA DONNA, CLASSE 1916, VIVE IN UN PAESINO ABRUZZESE   Fu adottato da una famiglia americana e negli States è diventato milionario   Angela Baglioni   CHIETI. Per molto, troppo tempo, sono stati un pensiero, l’uno nella mente dell’altra. Si cercavano, ma le loro strade si...

UNA BELLISSIMA STORIA

10.10.2013 21:13
Questa è la storia. Una madre esemplare, una donna forte mamma Rosa, coi suoi capelli bianchi,  con la lucidità e  il senso  pratico che una vita non facile le ha fatto conquistare. Adotta  il piccolo A. nel 1969, quando lui  ha  tre anni, trascorsi  nel...
Cara bambina mia, Ti scrivo questa lettera sperando che un domani tu possa leggerla; può darsi, come spero, che anche tu un giorno vada a visitare quei siti in cui parlano altri ragazzi adottati ed allora troverai questa lettera della tua mamma ad attenderti. Le istituzioni in Italia vietano...
Mi chiamo Katia e sono stata adottata quando avevo 14 mesi. Dai miei genitori adottivi ho ricevuto accoglienza e cure, ma anche adesso che ho 15 anni sento che mi manca qualcosa di importante. E' normale che sia così, penso che tutti i bambini adottati - sia da neonati sia da grandicelli -...
LA MIA STORIA la mia storia inizia nel lontano 1995 quando ebbi 5 anni. fui adottata da una famiglia italiana, poichè sono di origne bulgara. Ricordo ancora oggi il primo giorno che arrivai in Italia.. Entrai in quella che poi divenne casa mia e senza sapere dove fosse la mia stanza da letto,...
Nata a Roma il 14/10/1951,adottata nel dicembre 1954,dei miei primi tre anni di vita conservo solo una scarna documentazione:libretto sanitario del brefotrofio Ipai con informazioni anonime su baliatico e vaccinazioni,certificato di battesimo con il cognome fittizio impostomi,data e dicitura...