Comitato Nazionale per il Diritto alle Origini Biologiche

www.comitatodirittooriginibiologiche.com

QUESTO SITO NON E' PIU' ATTIVO
IL NUOVO INDIRIZZO E':
www.comitatodirittooriginibiologiche.com

PETIZIONE PER IL DIRITTO ALLA CONOSCENZA DELLE PROPRIE ORIGINI:  http://www.petizioni24.com/per_il_diritto_alla_conoscenza_delle_proprie_origini

 


 

 

Nuovo articolo

Questa sezione è vuota.

Contattaci

Facebook, ritrova la madre dopo quarantaquattro anni

15.12.2013 09:44

Accettare una richiesta d’amicizia su Facebook e scoprire che la propria vita è piena di bugie, che tua madre non solo non ti ha abbandonato ma non ha mai smesso di cercarti. È  successo ad Angela Palmer, una quarantaquattrenne tedesca, che ha scoperto, dopo aver stretto amicizia con una donna su Facebook che quella donna in realtà era sua madre.

UNA VITA PIENA DI BUGIE - Angela, che si è trasferita in California per frequentare il college, aveva sempre creduto che la madre, Helga Simecki croata, l’avesse abbandonata. Durante una conversazione su Facebook  ha  però scoperto che in realtà fu suo padre,Klaus Hostnik a rapirla e che sua madre, dopo tanto tempo, ancora non aveva perso la speranza di ritrovarla. Così dopo un primo momento di incredulità e dopo aver visto il suo certificato di nascita e le poche foto che la donna le ha inviato, Angela si è convinta che quella fosse veramente sua madre ed è riuscita a parlare con lei attraverso Skype.

L’EPILOGO - La donna, infatti, vive in Croazia e in condizioni economiche assai disagiate, tanto da non poter comprare un biglietto d’aereo per  raggiungere la figlia negli Stati Uniti. Per questo ha indetto una colletta in modo da poter raccogliere quanto basta per poter volare da Angela, conoscerla di persona, guardarla negli occhi e, finalmente, dopo tanto tempo riuscire ad abbracciarla. «Quando mi ha detto che era mia madre sono rimasta scioccata, perché sapevo che mia madre mi aveva abbandonato quando ero una bambina. Ora dobbiamo recuperare tutti questi anni, fino a venerdì scorso non avevo una famiglia. Ora ho una madre, è un’emozione immensa» ha detto Angela. Dopo tante polemiche sui social network, sulla sicurezza dei dati e la privacy dei profili finalmente una storia che riporta a quello che è lo scopo principale di Facebook: ritrovarsi.

 

http://www.wakeupnews.eu/facebook-ritrova-la-madre-quarantaquattro-anni/